L’ANALISTA SI ASPETTA CHE IL BITCOIN SI RIDUCA A 10,5 MILA DOLLARI O MENO

Un salto notturno nel prezzo Bitcoin domenica potrebbe non portare l’asset a livelli più alti questa settimana.

Questo a causa di un’apertura settimanale inferiore, dice un Twitterati pseudonimo. L’analista ha notificato ai suoi seguaci una mossa del Bitcoin Code del lunedì mattina presto – una vendita che ha spinto la criptovaluta più bassa dal suo massimo della domenica a 11.716 dollari.

Ha anche confermato che avrebbe continuato a stare seduto sulle sue posizioni corte fino a quando BTC/USD non avesse stampato un breakout confermato sopra i $11.700.

Più tardi nel corso della giornata, l’analista ha presentato il suo pull back setup. Ha immaginato BTC/USD in un canale verso l’alto, con la coppia che provava la linea di tendenza superiore del modello come livello di resistenza. Il prezzo è sceso prima, dopo aver testato lo stesso tetto. Questo ha fatto prevedere all’analista un brusco pullback.

„Ho ancora la sensazione che gli orsi vogliano abbandonare il settimanale“, ha spiegato l’analista. „Se il canale si interrompe, non cercherò ancora altri desideri“.

In seguito ha comunicato che gli orsi stanno fermando il capitale che va nelle posizioni lunghe. Ha anche detto che il ritiro di Bitcoin si è calmato a causa di „spoof buy order“, ma i rischi di caduta verso o sotto gli 11.400 dollari sono ancora intatti.

„Le aperture settimanali di solito non mentono“, ha aggiunto l’analista. „Sarà difficile aprirla“. Gli orsi vogliono 10,5 o meno. Se questo è vero. Anche tutti gli ALTS scaricheranno. Rompere 11.750 dollari sarebbe difficile per me, essere ribassista. L’ECM apre 11,6 dollari. Ancora macro breve per ora“.

MACRO DI SUPPORTO

Le dichiarazioni ribassiste sono arrivate anche quando gli investitori hanno visto un Bitcoin rialzista in base alla sua recente performance rispetto alle prospettive macro in corso. La criptocurrency è salita di oltre il 200% rispetto al suo nadir di 3.858 dollari a metà marzo, dopo che la Federal Reserve ha avviato i suoi infiniti programmi di bond-buying e ha ridotto i tassi di interesse di riferimento a quasi zero.

Alla fine della scorsa settimana, il presidente della Fed Jerome Powell si è impegnato a continuare ad aiutare l’economia statunitense contro la crescente pandemia COVID-19. Ha insistito per mantenere il tasso d’inflazione al di sopra dell’obiettivo del 2%, il che indica un periodo troppo lungo di tassi d’interesse più bassi. Questo ha lasciato l’indice del dollaro USA (DXY) in uno stato di debolezza.

Il bitcoin, che ultimamente ha sviluppato una correlazione inversa con il verdone, è invece aumentato. Gli osservatori hanno notato che sempre più persone hanno iniziato a trattare l’asset nascente come la loro copertura contro le prospettive inflazionistiche, con un certo punto di vista che questi catalizzatori da soli potrebbero spingere il BTC/USD oltre i 20.000 dollari quest’anno.

BITCOIN EYES $12K

Josh Rager, il co-fondatore di BlockRoots.com, ha previsto un vantaggio a breve termine per Bitcoin, affermando che gli acquirenti potrebbero voler entrare nel mercato a 11.550 dollari.

„Non c’è molto che tenga Bitcoin tra il prezzo corrente e i 13k$ su fasce orarie elevate“, ha detto l’analista. „Personalmente penso che sia ora che BTC faccia di nuovo strada a 12k$+“.

BTC/USD era scambiato a 11.690 dollari al momento di questa scrittura, con un calo dello 0,39 per cento nella sessione del lunedì.

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.